Medialabs
Come creare una pagina aziendale su LinkedIn

06 Apr, 2017

Social
by Sara Nicoli

Di sicuro, se sei un imprenditore, un manager o un libero professionista avrai già da qualche anno un profilo su LinkedIn, la rete professionale più grande al mondo. Ma la tua azienda ce l’ha? Se la risposta è “No” ti consiglio di correre subito ai ripari.

Di tutti i social network, LinkedIn è, infatti, quello che offre alle aziende maggiori opportunità per:

  • reclutare risorse,
  • dare visibilità ai propri prodotti e servizi,
  • comunicare la propria filosofia aziendale
  • ed infine intercettare nuovi utenti da aggiungere come clienti tramite contenuti organici e a pagamento.

Ti abbiamo convinto? Bene, allora continua a leggere perché di seguito ti spiegheremo come fare a creare una pagina aziendale su LinkedIn. Prima però dobbiamo metterti sull’avviso: a differenza di Facebook, non tutti possono aprire una pagina aziendale su questo social ma, per farlo, occorre soddisfare alcuni requisiti, vale a dire:

  1. avere un profilo personale su LinkedIn con un grado di efficacia “Intermediaria” o “Massima” e pubblicato almeno una settimana prima dalla data in cui vuoi creare la tua pagina aziendale;
  2. avere un buon numero di collegamenti sul tuo profilo;
  3. essere un dipendente (o titolare) dell’azienda cui vuoi creare il profilo ed avere la tua azienda nell’elenco delle esperienze professionali del tuo profilo;
  4. avere una e-mail aziendale individuale (dunque riferita al tuo nome, non al tuo ruolo o ad altro termine generico ) che faccia riferimento al dominio della tua azienda e sia inserita anche nei contatti del tuo profilo personale.

Qualora tu fossi sprovvisto  di questi requisiti LinkedIn ti impedirà di realizzare una pagina aziendale, proponendoti in alternativa di creare un gruppo.

Come aggiungere la pagina aziendale al tuo profilo personale

Qualora invece tu avessi tutte le carte in regola per creare la tua pagina aziendale su LinkedIn, la procedura da seguire è la seguente:

  1. entra nel tuo profilo personale e, scorrendo nel menù principale in alto, clicca sul pulsante corrispondente a “Interessi”;
  2. a questo punto ti si aprirà davanti un altro menù verticale, scorri fino in fondo al campo “Crea una pagina aziendale”;
  3. cliccando su questa sezione, ti si aprirà una nuova pagina in cui dovrai inserire nome dell’azienda e il tuo indirizzo e-mail di lavoro (fai attenzione che abbia le caratteristiche descritte sopra);
  4. una volta inseriti questi dati e spuntata la voce “Certifico di essere il rappresentante ufficiale di questa azienda e di avere il diritto di agire per conto della stessa nella creazione di questa pagina” procedi con la creazione cliccando su “Continua”;
  5. inserisci adesso tutti i dati richiesti, quali numero di dipendenti, anno di fondazione, settore o settori di appartenenza, indirizzo della sede principale ed eventualmente quelle secondarie fino ad un massimo di 5, numeri di telefono e sito web dell’azienda;
  6. LinkedIn ti chiede anche di inserire una descrizione dell’attività della tua impresa di lunghezza compresa fra 250-2000 caratteri(spazi inclusi), un’immagine del  profilo e una per la copertina;
  7. sempre da questa pagina, ti viene chiesto di indicare fino a 3 gruppi LinkedIn che desideri seguire ed eventuali altri amministratori cui sarà consentito pubblicare aggiornamenti sulla pagina: attenzione, però, perché dovranno essere persone già presenti fra i collegamenti del tuo profilo (se non vuoi farlo adesso, sei libero di riprendere questo come tutti gli altri punti in un secondo momento, cliccando su “Panoramica” una volta creata la tua pagina LinkedIn);
  8. clicca infine sul pulsante “Pubblica” in alto a destra per salvare le informazioni inserire e procedere con la creazione della pagina LinkedIn.

Come promuovere la tua pagina aziendale

Ora che hai creato la pagina della tua azienda su LinkedIn come devi fare per promuoverla? Al di là dei contenuti a pagamento che vedremo più avanti, la strategia migliore per promuovere la propria pagina su LinkedIn consiste nello stabilire un piano editoriale efficace: questo significa primo di tutto pubblicare dei contenuti che risultino utili e interessanti al tuo pubblico e che invogli quindi le persone a seguirti.

Un’altra cosa che puoi fare per incentivare le iscrizioni alla tua pagina è quella di inviare una e-mail alle persone che sono inserite fra i tuoi contatti per invitarle a seguirti e chiedere eventualmente ai tuoi dipendenti di fare altrettanto. Se hai un sito od un blog, risulta utile inserire su queste pagine un plugin della tua pagina LinkedIn, vale a dire un pulsante che permetta a coloro che navigano sul sito di accedere velocemente ai contenuti della tua pagina LinkedIn.

Indubbiamente, però, una volta fatto questo, è oltremodo importante tenere sempre aggiornati i contenuti della tua pagina pubblicando gli aggiornamenti con una frequenza almeno di 2 o 3 volte la settimana. Se hai un canale YouTube, oppure un blog, potresti ad esempio condividere sulla tua pagina LinkedIn i video e gli articoli che posti lì sopra.

Cosa puoi fare con la tua pagina aziendale su LinkedIn

Forse ora sarai curioso di sapere cosa puoi fare davvero con la tua pagina LinkedIn: se è così rimani con noi perché adesso ti spiegheremo quali azioni concrete puoi fare abbinando una pagina aziendale al tuo profilo privato. Tieni presente però che alcuni di questi servizi sono a pagamento, quindi (come nel caso di tutti gli altri social) valuta sempre bene se il caso di includerli nelle tue strategie di marketing online.

Uno dei servizi più gettonati su LinkedIn riguarda la possibilità di pubblicare annunci di selezione del personale: si tratta indubbiamente di una grossa opportunità (sia pure a pagamento) per le aziende che hanno un elevato turn over in quanto LinkedIn permette di far visualizzare la propria offerta solo ai candidati che hanno spuntato quel determinato ruolo o funzione fra i loro interessi.

Tuttavia, uno dei motivi per cui devi assolutamente avere la tua pagina LinkedIn è che solo in questo modo potrai effettuare campagne a pagamento con LinkedIn Ads : questo ti permetterà di fare annunci testuali o con immagini o video, scegliendo entro vari formati e creando ben 15 varianti del tuo annuncio. I contenuti sponsorizzati possono essere pubblicati sia sulla Home Page di LinkedIn (in questo caso nella colonna a destra), oppure nel feed delle pagine dei singoli utenti o come messaggi nella cartella Inbox. I vantaggi di usare LinkedIn per le tue campagne, soprattutto se sei un’azienda che opera nel BtoB, sono notevoli: potrai non solo selezionare un pubblico molto più profilato ma anche avere l’opportunità di intercettare più facilmente i decision maker delle aziende facenti parte di questo target. Proprio per questo si stima che LinkedIn abbia circa un tasso di conversione grande più del doppio rispetto a Twitter e Facebook.

Vediamo ora un servizio offerto da LinkedIn in modo gratuito a tutte le aziende che hanno una pagina sul social: le pagine vetrina. Si tratta, in poche parole, di pagine collegate alla tua pagina aziendale ufficiale, in cui puoi presentare nel dettaglio alcuni dei tuoi prodotti e servizi. In alcuni casi possono essere usate anche per presentare una campagna o un evento aziendale specifico. A differenza però degli “Eventi” di Facebook essere dovranno essere costantemente aggiornate in quanto diventeranno parte integrante della tua pagina. Per creare una pagina vetrina (ne puoi fare fino a 10) :

  1. entra nella tua pagina ufficiale (vecchia versione) e clicca su “Modifica”;
  2. a questo punto seleziona “Crea una pagina Vetrina”.

Il vantaggio di arricchire la tua pagina aziendale su LinkedIn con una o più pagine vetrina è notevole: non solo potrai creare dei contenuti ad hoc adatti a segmenti specifici del tuo target, ma potrai perfino in alcuni casi utilizzare queste pagine come pagina di atterraggio di un contenuti sponsorizzato su questo social.