Medialabs
Perché un’azienda dovrebbe avere un canale YouTube?

23 Mar, 2017

Search engine
by Sara Nicoli

Sapevi che YouTube  è uno dei siti più visitati al mondo? Con oltre un miliardo di utenti, quasi un terzo di coloro che utilizzano internet, e centinaia di milioni di ore di video visualizzate ogni giorno, questa piattaforma di video sharing può essere a tutti gli effetti considerata come un vero e proprio motore di ricerca in cui le persone cercano i loro contenuti preferiti utilizzando il campo search, esattamente come fanno su tutti gli altri search engine. Il fatto poi che la società sia ormai parte integrante dell’impero di Google non fa che rafforzare questa realtà, dato che ormai i video in essa contenuti entrano di diritto nelle SERP generate dalle ricerche fatte dagli utenti. Questo ti aiuta probabilmente a capire perché sia oggi così importante per un’azienda avere un canale YouTube ed utilizzarlo in modo corretto per pubblicare i propri video. Vediamo allora insieme come fare a crearne uno in pochi passaggi.

1 Come creare un canale aziendale su YouTube

Aprire un canale aziendale su YouTube è molto semplice, l’unico requisito richiesto è infatti quello di possedere un account Google: se non ce l’hai dovrai prima provvedere a registrarne uno. Una volta completato questo passaggio, sarà sufficiente andare sulla home di YouTube e cliccare in alto o a destra su “Accedi”: a questo punto inserisci nome utente e password dell’account di Google che hai appena creato e procedi con la realizzazione del tuo account YouTube cliccando sul campo “Crea account”. Segui la procedura indicata inserendo tutti i dati necessari (indirizzo di posta elettronica, nome utente, password e codice di verifica) e clicca infine su “Crea il mio nuovo account”. Trattandosi di un account aziendale sarà opportuno aggiungere anche un’immagine del profilo ed eventualmente una copertina che aiuti gli utenti a comprendere di cosa si occupa la tua azienda. È possibile inoltre inserire anche una breve descrizione della tua attività, insieme ovviamente ad un link al tuo sito.  Dopo aver creato l’account, per aprire il tuo canale aziendale sarà sufficiente entrare nel campo “Il mio canale” nel menù a sinistra e aggiungere tutte le informazioni e le immagini richieste; cliccando sull’ingranaggio a destra potrai modificare anche le impostazioni sulla privacy e procedere con l’inserimento delle parole chiave. Non dimenticare, al termine della procedura, di cliccare sul pulsante “Salva” per salvare le impostazioni attribuite.

2 Come iniziare a pubblicare video

Una volta creato il tuo canale, potrai già cominciare a pubblicare i tuoi video cliccando sul link “Carica un video”: questo ti permetterà di accedere ad una pagina in cui campeggia al centro dello schermo il riquadro “Seleziona file da caricare”. Non ti rimane che procedere al caricamento direttamente dalla cartella del tuo pc dove avrai salvato il tuo video: una volta completata la procedura, potrai anche dare un nuovo titolo al tuo file e completare il tutto con una breve descrizione del contenuto. Da questa posizione potrai anche impostare il livello di privacy fra “Pubblico” e “Privato” e scegliere la categoria di appartenenza.

3 Quali video pubblicare

Indubbiamente, se hai pensato di aprire un canale YouTube, hai già una strategia in mente circa i video da pubblicare, tuttavia vogliamo darti lo stesso alcuni consigli. Dato che stai pubblicando a nome della tua azienda o che comunque il tuo obiettivo è quello di fare in modo che i tuoi contenuti siano fruiti da un grande numero di persone al fine di essere sempre più visibile all’interno dei motori di ricerca quando gli utenti fanno delle ricerche per parola chiave, è bene che tu scelga bene gli argomenti da trattare e soprattutto che i video siano pertinenti alla tua attività e realizzati in modo professionale. Un ruolo importante è assegnato all’immagine di copertina che scegli di attribuire al tuo video in quanto fungerà da biglietto da visita nei confronti degli utenti e naturalmente al titolo e alla descrizione presente sotto ogni contenuto che pubblichi.

4 Cosa puoi fare coi tuoi video su YouTube

Tutti i contenuti che pubblichi sul tuo canale Youtube, esattamente come gli altri social, potranno ricevere oltre alle visualizzazioni anche condivisioni, like  e commenti. Dato che un engagement elevato permette ai tuoi video di ottenere un miglior posizionamento sia nel rank di Google che in quello di YouTube, sarà utile sviluppare una strategia finalizzata a promuovere gli altri utenti a partecipare. Una strategia possibile è quella di condividere i video che pubblichi su YouTube sui tuoi canali social oppure sul tuo sito al fine di ottenere una maggiore partecipazione. Per embeddare, vale a dire condividere i tuoi video su una pagina web esterna, la procedura è davvero molto semplice: sarà sufficiente copiare e incollare il codice che compare nel campo apposito quando clicchi sulla freccia “Condividi”.

Anche nel caso di YouTube, è possibile proprio come su Facebook promuovere le visualizzazioni dei propri video ricorrendo a delle campagne a pagamento: in questo caso lo strumento che dovrai utilizzare è Adwords di Google visto che come abbiano detto YouTube fa parte di questa società.

5 Come sapere se il proprio canale è seguito

Per verificare numero di visualizzazioni, iscritti e tempo di visualizzazione del tuo canale YouTube sarà sufficiente accedere alla sezione “Dashboard” dal menù a sinistra visualizzabile una volta entrato nel campo “Impostazioni avanzate” del tuo canale, oppure, per un’analisi ancora più approfondita, entrare nella sezione “Analytics”, in cui esattamente come nel campo “Insights” di Facebook ti saranno fornite anche informazioni circa le caratteristiche socio/demografiche dei tuoi iscritti e di coloro che hanno interagito con uno o più dei tuoi video.

Le informazioni relative ad esempio al tempo di visualizzazione dei tuoi video o al dispositivo utilizzato per la visualizzazione (mobile o desktop) possono darti delle dritte molto utili per definire la lunghezza e tipologia dei video da pubblicare in futuro.